AVIS Provinciale La Spezia

Chi Siamo

Come donare

Valutazione clinica e firma del modulo di accettazione

Chi desidera diventare donatore di sangue può prendere contatto con la sede AVIS più vicina. Prima di ogni donazione, il donatore (o aspirante tale) è tenuto a compilare un questionario finalizzato a conoscere il suo stato di salute (presente e passato) e il suo stile di vita. Il successivo colloquio e la visita con un medico aiuteranno ad approfondire le risposte alle domande contenute nel questionario.

Il prelievo

Il mattino del prelievo è preferibile aver fatto una colazione leggera a base di frutta fresca o spremute, tè o caffè poco zuccherati, pane non condito o altri carboidrati semplici.

Esami e controlli

Al fine di garantire elevati livelli di qualità e sicurezza del sangue e per tutelare la salute sia del
donatore, sia dei pazienti, ad ogni donazione il sangue prelevato viene sottoposto ai seguenti esami:

  1. Esame emocromocitometrico completo.
  2. Esami per la qualificazione biologica del sangue e degli emocomponenti di seguito elencati:
    – HBsAg (antigene di superficie del virus dell’epatite virale B);
    – Anticorpi anti-HCV (anticorpo contro il virus dell’epatite virale C);
    – Test sierologico per la ricerca combinata di anticorpo anti HIV (anticorpo contro il virus
    dell’AIDS) 1-2 e antigene HIV 1-2;
    – Anticorpi anti-Treponema Pallidum (TP) con metodo immunometrico (contro la sifilide);
    – HBV/HCV/HIV 1 NAT (test per rilevare la presenza dei virus de lle epatiti virali B, C e dell’AIDS).

In occasione della prima donazione vengono inoltre eseguiti i seguenti esami per la determinazione
dei gruppi sanguigni:

  1. Fenotipo ABO mediante test diretto e indiretto.
  2. Fenotipo Rh completo.
  3. Determinazione dell’antigene Kell e, in caso di positività dello stesso, ricerca dell’antigeneCellano.
  4. Ricerca degli anticorpi irregolari anti-eritrocitari.

Il donatore periodico è sottoposto, con cadenza almeno annuale, anche ai seguenti controlli ematochimici: glicemia, creatininemia, alanin-amino-transferasi, colesterolemia totale e HDL, trigliceridemia, protidemia totale, ferritinemia.

Dopo il prelievo

Dopo il prelievo viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort postdonazione e non si devono svolgere attività e/o hobby rischiosi

 

Chi può donare

Chi può donare?

Età
18-60 anni (per candidarsi a diventare donatori).
Chiunque desideri donare per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione. La donazione di sangue intero da parte di donatori periodici di età superiore ai 65 anni può essere consentita fino al compimento del 70° anno previa valutazione clinica dei principali fattori di rischio età correlati.
Peso
Non inferiore ai 50 kg.
Stato di salute
Buono.
Stile di vita
Nessun comportamento a rischio che possa compromettere la nostra salute e/o quella di chi riceve il nostro sangue.

Dove si può donare

 

SCEGLI LA SEDE PIÙ VICINA A TE!

SEDE E CENTRO DI RACCOLTA
AVIS COMUNALE DI LA SPEZIA

Via Carlo Caselli, 19
19126 La Spezia SP

AUTOBUS - Linea 12

PRENOTAZIONE DONAZIONI

Telefono: 0187511089

ORARIO PER DONARE

Martedì; Mercoledì; Venerdì:  7:30 – 10:00
Prima Domenica del mese: 8:00 – 11:00

ORARIO SEGRETERIA

Lunedì al Venerdì: 09:00 - 12:00 / 16:00 - 20:00
Sabato: 09:00 - 12:00


Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


SEDE E CENTRO DI RACCOLTA
AVIS COMUNALE DI ARCOLA

Via L. Valentini, 222
19021 Arcola

AUTOBUS - Linea P, Linea S, Linea 22

PRENOTAZIONE DONAZIONI

Telefono: 0187954035

ORARIO PER DONARE

Terza Domenica del mese: 8:30 - 11:00
Giovedì (Calendario): 8:00 - 11:00

ORARIO SEGRETERIA

Lunedì al Venerdì: 09:00 - 20:00


Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Perchè donare

DONARE IL SANGUE È UN GESTO DI SOLIDARIETÀ!


S
ignifica dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa!

 

 Ogni giorno, in Italia, c'è bisogno di più di 8.000 unità di sangue ed emocomponenti e questo fabbisogno è in costante crescita a causa dell’invecchiamento della popolazione e di cure sempre più numerose e nuove. Non puoi sapere a chi doni il tuo sangue, ma sappi che la tua donazione è destinata a molte persone e, nello specifico, oggi gli emocomponenti e i plasmaderivati servono a salvare vite, allungarne la durata e migliorarne la qualità. Il sangue è indispensabile:

  1. nei servizi di primo soccorso e di emergenza/urgenza;
  2. in molti interventi chirurgici e trapianti di organo e di midollo osseo;
  3. nella cura delle malattie oncologiche ed ematologiche;
  4. in varie forme di anemia cronica, immunodeficienze, emofilia.

Il fabbisogno di emocomponenti non si verifica solamente in presenza di condizioni o eventi eccezionali quali terremoti, disastri o incidenti, o durante interventi chirurgici ma anche nella cura di malattie gravi quali tumori, leucemie, anemie croniche, trapianti di organi e tessuti.Il sangue, con i suoi componenti, costituisce per molti ammalati un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza:

  1. globuli rossi per la cura di diversi tipi di anemia;
  2. piastrine per diverse malattie emorragiche;
  3. plasma quando vi siano state grosse variazioni quantitative dovute ad ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili;
  4. plasmaderivati Fattore VIII e IX per l’emofilia A e B, immunoglobuline aspecifiche per alcune malattie immunologiche, albumina per alcune patologie del fegato.

 

Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche tu!

 

 La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità. Il sangue è indispensabile e le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti, consapevoli e associati rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona

 E’ D’OBBLIGO INIZIARE LE DESCRIZIONI DELLE MODALITÀ DI DONAZIONE CON LA DONAZIONE DI SANGUE INTERO [Collegamento HTML] CHE STORICAMENTE E PRATICAMENTE RAPPRESENTA ANCORA LA MAGGIORANZA DELLE DONAZIONI.

Sottocategorie